Governo portoghese vieta a Portugal Telecom cessione Vivo

30 Giugno 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Nuova puntata della soap opera che vede Telefonica in combutta con Portugal Telecom per la conquista dell’operatore mobile brasiliano Vivo. Secondo voci di stampa, che citano azionisti di entrambe le compagnie, il governo portoghese avrebbe esercitato la propria “golden share” in Portugal Telecom per impedire che questa ceda la propria quota in Vivo alla rivale spagnola. Eppure, sempre secondo voci, quasi il 75% degli azionisti dell’operatore lusitano avevano votato a favore della cessione. Tutto è iniziato quanto Telefonica ha lanciato una offerta sulla quota non ancora detenuta in Brasilcels, società in joint venture con PT che detiene a sua volta Vivo. La conquista di Vivo fornirebbe a Telefonica l’opportunità di conquistare il fiorente mercato della telefonia mobile brasiliana. L’offerta iniziale era di 5,7 mld di euro, poi alzata a 6,5 mld. Intanto il titolo PT è sospeso a Lisbona con un rialzo del 5,42%, mentre Telefonica avanza dello 0,4%.