GOVERNO, FINI MINACCIA LA CRISI

2 Luglio 2004, di Redazione Wall Street Italia

Gianfranco Fini minaccia la crisi di governo. Per la prima volta in modo esplicito il leader di Alleanza Nazionale ha detto, al termine dell’esecutivo del suo partito, che è “indispensabile una svolta nella politica economica, pena il disimpegno di An dall’esecutivo.

“I nostri ministri – ha aggiunto Fini – per senso di lealtà e di responsabilità approveranno le misure che verranno proposte da Tremonti per contenere il deficit nel nostro paese”. E infine: “Ho espresso all’esecutivo la mia personale fiducia circa le garanzie politiche fornitemi dal presidente del Consiglio circa la richiesta di una svolta di politica economica”.

Minacce di crisi arrivano intanto anche dalla Lega. “Se qualcuno fa giochi strani per far saltare le scadenze – dice Roberto Maroni – non c’è nessun problema: si sa che un secondo dopo la Lega esce e crolla tutto”. Parlando a Radio Padania il ministro del Welfare ha detto che “è fondamentale rispettare l’impegno (per il federalismo, ndr.) preso nel 2001, anche per quanto riguarda i tempi”.

Copyright © La Repubblica per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved