Governo: credito d’imposta per far ripartire settore edile

13 Giugno 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Per ridare nuovo vigore al mercato dei mutui e scongiurare il rischio di un’ulteriore contrazione del settore edilizio, Abi e Ance – Associazione Bancaria Italiana e Associazione nazionale costruttori edili – hanno lanciato una proposta che proprio in questi il Governo sta vagliando.

Nel Decreto in via di approvazione, uno dei punti chiave è il rilancio dei covered bond, la cui emissione sarà regolata dalla Cassa Depositi e Prestiti. Si tratta di obbligazioni bancarie dal duplice scopo di agevolare le famiglie nell’immediato, per quanto riguarda l’accesso ai finanziamenti con finalità immobiliari, e incrementare la liquidità bancaria sul medio e lungo periodo, al fine d’intervenire sul mercato creditizio, corroso dalla difficoltà di accesso al credito.

Il rilancio dei covered bond, però, è uno solo dei provvedimenti sul tavolo di discussione. Insieme a questo figura, nel più ampio ambito del “Decreto del Fare”, anche l’abbassamento della soglia minima per il credito d’imposta – attualmente fissato a 500 milioni di euro – che dovrebbe agevolare il finanziamento di infrastrutture pubbliche da parte di privati.

Si parla di rilancio poiché il credito d’imposta è uno strumento introdotto già dalla precedente legislatura, ma finora limitato – e limitante – per via del requisito del raggiungimento di una soglia minima per poter beneficiare di detrazioni fiscali.

Insieme al provvedimento per sbloccare i mutui casa e allo svincolo di fondi per la realizzazione di una serie di piccole opere infrastrutturali – già previsto in passato, ma mai completamente avviato – il credito d’imposta è stato compreso nel pacchetto di misure che Paolo Buzzetti, Presidente dell’Ance, ha definito “la miccia per far ripartire il settore dell’edilizia”.

Queste tre misure – credito d’imposta, mutui casa e avvio delle piccole opere – dovrebbero costituire quella che il presidente dell’Ance, Paolo Buzzetti, chiama «la miccia per far ripartire il settore dell’edilizia».

Il contenuto di questo articolo, pubblicato da Super Money – che ringraziamo – esprime il pensiero dell’ autore e non necessariamente rappresenta la linea editoriale di Wall Street Italia, che rimane autonoma e indipendente.

Copyright © Super Money. All rights reserved