Governo britannico svende RBS: perderà un sacco di soldi

11 Giugno 2015, di Redazione Wall Street Italia

LONDRA (WSI) – Il governo britannico è pronto a svendere Royal Bank of Scotland in quella che si preannuncia essere la maggiore privatizzazione del paese.

Il Cancelliere George Osborne è consapevole che Londra rischia di perdere dei soldi nell’operazione. Ma secondo lui rimandare le dismissioni recherebbe dei danni all’economia, ai contribuenti britannici e alla banca stessa.

“Non mi interessa quello che è facile, mi interessa quello che è giusto fare”, ha detto dalla Masion House della City.

Osborne venderà la quota che il Tesoro detiene nell’istituto e che vale 32 miliardi di sterline. Il governo ci guadagnerà una somma inferiore al costo che per le casse statali ha rappresentato il salvataggio della banca scozzese nel 2008.

Se le azioni verranno vendute ai prezzi attuali, i contribuenti britannici perderebbero 7 miliardi e 200 milioni di sterline, pari a circa 9 miliardi e 884 milioni di euro. Ma non importa. Il governo e Osborne, secondo cui è giunta l’ora di prendere decisioni, anche impopolari, tirano dritto.

(DaC)