Gordon Mehrtens è il nuovo CFO di AVA-CO2

5 Aprile 2011, di Redazione Wall Street Italia

AVA-CO2 annuncia la nomina di Gordon Mehrtens a CFO (Chief Financial Officer) dell’azienda a partire dal 1 aprile 2011. Mehrtens vanta una notevole e lunga esperienza internazionale in qualità di dirigente finanziario nell’area dell’energia, avendo ricoperto a lungo cariche importanti come Group CFO di Biopetrol Industries, CFO di BP Switzerland e di BP Austria e anche amministratore nel CdA di BP Switzerland Con la nomina di Gordon Mehrtens si completa il team dirigenziale di AVA-CO2. Dalla sua sede a Zugo, in Svizzera, la Società punta ora a un’ulteriore crescita internazionale. “La nomina di Gordon Mehrtens arricchisce AVA-CO2 di uno specialista finanziario di prim’ordine con eccellenti contatti internazionali. Rafforziamo così la nostra posizione iniziale per l’espansione mondiale degli impianti industriali HTC di AVA-CO2”, ha commentato Peter Achermann, presidente del consiglio di amministrazione di AVA-CO2. Lo scorso ottobre, nella città tedesca di Karlsruhe, AVA-CO2 ha inaugurato il più grande impianto di carbonizzazione idrotermale del mondo. Si è così affermata come prima azienda a passare dalla ricerca all’utilizzo industriale della tecnologia HTC, che utilizza biomasse per produrre energie rinnovabili, riduce l’emissione di gas a effetto serra e permette di ottenere un bilancio CO2 neutro o negativo. È possibile scaricare una fotografia di Gordon Mehrtens con risoluzione adatta per la stampa nella sezione “Downloads” del sito www.ava-co2.com La carbonizzazione idrotermale (HTC) Il processo HTC, o carbogenesi, utilizza il calore e la pressione per rimuovere le molecole di acqua dalla biomassa e convertire in poche ore il carbone residuo in carbone biologico. A tale scopo si fa scaldare la biomassa fino a ottenere una soluzione acquosa in un contenitore sotto pressione. Successivamente si verifica un processo esotermico. Tra le altre caratteristiche, la carbogenesi presenta il vantaggio di trattare anche biomasse vegetali ad alto contenuto acquoso. Il processo HTC è molto stabile e utilizza tutto il carbone esistente nella biomassa. Come prodotto finito si ottiene carbone biologico di alta qualità e CO2 neutrale. Grazie alla stabilità e all’alta densità energetica, questo carbone biologico può essere immagazzinato senza problemi e trasportato in modo efficiente. In alternativa, con lo stesso processo è possibile ottenere anche biochar, un prodotto simile all’humus e utilizzato in agricoltura per migliorare i terreni e per catturare la CO2. Del processo di carbogenesi ha iniziato a occuparsi Friedrich Bergius nel 1913, poi insignito nel 1931 del premio Nobel per la chimica. Informazioni su AVA-CO2 AVA-CO2 offre soluzioni a livello mondiale per convertire le biomasse in fonte di energia sostenibile. In qualità di pioniere della carbonizzazione idrotermale (HTC), AVA-CO2 pianifica, costruisce e gestisce impianti HTC per conto dei propri clienti. Queste strutture trasformano in modo efficiente ed economicamente conveniente gli scarti di produzione in carbone biologico o biochar di alta qualità. Il processo cattura i gas a effetto serra e garantisce emissioni CO2 neutrali. La Società ha sede a Zugo, in Svizzera, e ha una filiale nella città tedesca di Karlsruhe. Nel mese di ottobre 2010 ha avviato il primo impianto mondiale HTC a livello industriale. www.ava-co2.com Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l’unico giuridicamente valido.

AVA-CO2 Schweiz AGThomas M. KläusliCMO and Public RelationsTel.: +41 41 727 09 70Cell.: +41 78 936 74 81Email: media@ava-co2.comwww.ava-co2.com