Google: strutture galleggianti per l’apprendimento hi-tech

7 Novembre 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – “Spazi interattivi dove le persone potranno imparare di più sulle nuove tecnologie“. Google svela a cosa serviranno le strutture galleggianti costruite in California e nel Maine. Niente data center da porre fuori dai confini nazionali per sfuggire alla legislazione americana ne innovativi shop center, ma centri educativi.

“La Google Barge – scrive big G in un ironico comunicato -. Un data center galleggiante? Una barca per feste sfrenate? Una chiatta che ospita l’ultimo dinosauro ancora in vita? Sfortunatamente, nessuna di esse. Sebbene sia ancora presto e molte cose potrebbero ancora cambiare, siamo intenzionati a usare la struttura come uno spazio interattivo in cui le persone potranno imparare di più di nuove tecnologie”.

In seguito alla pubblicazione del comunicato, una portavoce di Google ha precisato che la nota fa riferimento sia alla struttura in costruzione a San Francisco sia a quella già completata e situata nel Maine. La costruzione sulla chiatta di San Francisco, ormeggiata in un molo a Treasure Island e alta quattro piani, prosegue da settimane e per tutto questo tempo Google è riuscita a celare cosa bollisse in pentola.

Questo perché la costruzione di strutture su chiatte ormeggiate non richiede permessi del municipio né la presentazione di progetti. Il segreto è stato mantenuto anche grazie al silenzio delle autorità, che non hanno dichiarato di cosa si trattasse. La guardia costiera, ad esempio, ha visitato il cantiere ma non ha voluto parlarne.

Se Google vorrà usare la chiatta californiana come centro educativo dovrà ottenere l’approvazione della commissione per la conservazione e lo sviluppo della baia di San Francisco. (RaiNews 24)