Google crolla -9%. Utili inferiori alle stime, scatta sell off

20 Gennaio 2012, di Redazione Wall Street Italia

New York – Il titolo Google (GOOG) ha perso un secco -9% nell’after hours a New York. L’azione e’ stata venduta a piene mani dopo l’annuncio dei risultati trimestrali, inferiori alle stime. GOOG cede dunque $57,67 e il titolo arriva a $581,90. E’ la prima volta che il colosso del web manca in modo clamoroso le previsioni degli analisti e che non da’ indicazioni per il futuro. Tra i motivi del flop: in calo dell’8% il cost-per-click della pubblicità.

Le entrate nel periodo ottobre-dicembre sono cresciute del 25% a $8,13 miliardi ($9,5 per azione), contro attese di $8,43 miliardi ($10,51 per azione). L’utile netto raggiunge $2,71 miliardi ($8,22 per azione), rispetto a $2,54 miliardi ($7,81 per azione) nell’anno precedente. Spese operative in rialzo a $3,38 miliardi.

Ad ora sembra invece convincere il nuovo social network Google+, con gli utenti più che raddoppiati rispetto al trimestre precedente, per raggiungere i 90 milioni circa. Ottimi risultati anche per il sistema operativo di smartphones e tablet, l’Android, che registra 700.000 attivazioni al giorno (3,7 milioni solo durante le festività di fine dicembre), e ad ora è utilizzato da più di 250 milioni di dispositivi.