GOOGLE: BARRON’S, QUOTAZIONE DIMEZZATA ENTRO 2007

13 Febbraio 2006, di Redazione Wall Street Italia

Tempi duri almeno in Borsa per Google, il primo motore di ricerca Internet al mondo, dopo che peraltro appena qualche settimana fa alcuni fra i maggiori analisti avevano espresso valutazioni lusinghiere sul titolo, destinato – a loro dire – a salire ancora.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Dopo le perdite recenti, dovute anche alla controversia con il Dipartimento di Giustizia statunitense relativa alla tutela della privacy – sul conto di Google si è abbattuta adesso anche la scure di Barron’s, l’ autorevole settimanale finanziario, secondo cui entro il 2007 la quotazione del titolo dovrebbe dimezzarsi. Tutto questo – fa notare Barron’s – per via dell’ accresciuta concorrenza da parte di Microsoft e di Yahoo!, che potrebbe deprimere le entrate pubblicitarie.

Oltre a questo, potrebbero farsi sentire – afferma ancora Barron’s – le conseguenze legate al fenomeno cosiddetto di ‘click fraud’ (come e’ accaduto all’Ibm), che consiste nel fatto che alcuni clienti ricorrono ad una pratica fraudolenta, che consiste nel ‘cliccare’ più volte su un’ inserzione pubblicitaria allo scopo di far salire i costi sulla pubblicità pagata alla concorrenza. Oggi alla borsa di Francoforte, in attesa dell’ apertura degli scambi a New York, il titolo Google ha perso fino a 18,85 dollari, a 343,77.