GOLDMAN SACHS LICENZIA 12% INVESTMENT BANKERS

23 Maggio 2001, di Redazione Wall Street Italia

La banca d’affari Goldman Sachs Group Inc. (Nyse – GS) ha intenzione di ridurre il personale della divisione investmnet banking di almeno il 12%, come parte di una ristrutturazione globale in reazione al rallentamento del mercato.

Secondo il Wall Street Journal, il taglio al personale riguarda numerose posizioni “senior”, per un totale di 150 professionisti. La riduzione rimane minima se comparata al numero totale dei dipendenti di Goldman, circa 23.000 in tutto il mondo. Il personale potrebbe inoltre crescere del 2-3% entro la fine dell’anno in seguito a nuove assunzioni in altre divisioni della societa’.

La misura di riduzione di personale adottata da Goldman e’ diversa da quelle effettuate in passato dalle aziende USA. Invece di operare licenziamenti di massa durante i tempi duri per poi riassumere quando l’economia si riprende (incorrendo in nuovi costi di formazione, bonus di entrata e altri costi), Goldman ha deciso di effettuare tagli “chirurgici” eliminando solo i dipendenti con una comprovata performance negativa.