GM: FORTI DUBBI SULLA CAPACITA’ DI SOPRAVVIVERE

5 Marzo 2009, di Redazione Wall Street Italia

I revisori contabili di General Motors nutrono “notevoli dubbi” sulla capacita’ della travagliata casa automobolistica di continuare le proprie operazioni. La societa’ ha rivelato le preoccupazioni espresse da Deloitte & Touche LLP nel suo report annuale.

Nel tentativo di sopravvivere alla peggiore crisi che il settore auto abbia mai visto in 27 anni, GM ha ricevuto $13.4 miliardi di prestiti federali. Il colosso di Detroit, un tempo numero uno nell’industria automobilistica, ha bisogno di un totale di $30 miliardi dal governo. Negli ultimi tre anni ha accumulato $82 miliardi di perdite, tra cui $30.9 miliardi nel solo 2008.

I revisori hanno citato le continue perdite da operazioni, il deficit degli azionisti e una incapacita’ di generare i soldi sufficienti a rispettare gli impegni. Tutto cio’ alimenta i dubbi notevoli sulla capacita’ dell’azienda di sopravvivere. Secondo GM il suo futuro dipende dal successo del piano di solvibilita’ presentato al governo in febbraio per giustificare i prestiti.