GM, FORD E CHRYSLER:
IL RISCHIO DI DEFAULT SALE AL 95% (DICE UNICREDIT)

6 Agosto 2008, di Redazione Wall Street Italia

E’ quasi certo che uno dei tre big dell’auto Usa finira’ in bancarotta entro i prossimi 5 anni, stando ad un’analisi del mercato dei “credit-default swaps” curata dall’ufficio studi di UniCredit, scrive Bloomberg.

I contratti per assicurare $10 milioni di bond General Motors costano un record assoluto di $4.7 milioni pagati anticipati, piu’ $500.000 all’anno, il che indica una chance di default dell’84%, scrive Bloomberg. Per Ford il rischio e’ di almeno il 75%, secondo i calcoli degli analisti di UniCredit. “Ci puo’ essere un default in qualsiasi momento”, dice Jochen Felsenheimer, responsabile della “credit strategy” dell’ufficio di Monaco di UniCredit, definita da Bloomberg “la quarta piu’ grande banca d’Europa”. In sostanza, facendo una valutazione complessiva che comprenda anche Chrysler, la probabilita’ che una delle tre grandi aziende automobilistiche degli Stati Uniti si trovi nell’impossibilita’ di finanziare il proprio business sale ad oltre il 95%.

I contratti per assicurare $10 milioni di bond Ford costano $3.9 milioni in anticipo e $500.000 all’anno, quelli per la Chrysler $1.9 milioni piu’ il solito mezzo milione annuo.