Gm e Nissan indagate in Russia

20 Ottobre 2006, di Redazione Wall Street Italia

General Motors Corp. e Nissan Motor Co., due dei maggiori investitori esteri in Russia, sono sotto inchiesta da parte del governo per presunte pratiche di fissazione dei prezzi. Il Servizio antitrust della Russia ha avviato un procedimento contro le due aziende per presunta violazione delle leggi sulla concorrenza, messa in atto concordando i prezzi per la manutenzione e la verniciatura, ha reso noto l’autorità tramite il sito web. Non è stato possibile avere risposta dagli uffici di Mosca delle due società, chiamati dopo l’orario di lavoro. L’Antitrust ha dichiarato che i rivenditori di Gm e Nissan nell’area di Mosca sono sospettati di essersi accordati per fissare i prezzi per la manutenzione dei modelli Chevy, Saab, Opel, Cadillac e Hummer di Gm e per i modelli Nissan.