Global Alert: Siria attacca postazione militare della Giordania

27 Luglio 2012, di Redazione Wall Street Italia

Beirut – Per la prima volta dall’inizio dello scoppio della rivolta in Siria, forze fedeli al regime di Damasco si sono scontrate nella notte con l’esercito giordano lungo il confine tra i due Paesi.

Lo confermano all’ANSA fonti alla frontiera, dopo che gli attivisti siriani hanno pubblicato nelle ultime ore video dei combattimenti notturni.

Le fonti precisano che tre soldati giordani sono stati feriti negli scontri. Questi sono scoppiati quando truppe siriane si sono spinte a ridosso della frontiera, nei pressi del villaggio giordano di Thuneiba, e hanno occupato una torre di vedetta delle forze militari di Amman.

Due giorni fa alcuni colpi di mortaio sparati dal territorio siriano erano caduti nei pressi di Ramtha, senza causare feriti ma rendendo ancor piu’ alta la tensione al confine. Il governo giordano, tramite il suo portavoce Samih Mayta, non ha confermato l’accaduto ma ha invece riferito del ferimento di alcuni civili siriani, tra cui un bambino, che cercavano di fuggire dalla Siria.

Nel frattempo la citta’ di Aleppo, insieme a Hama e Damsco teatro dei piu’ sanguinosi scontri nelle ultime settimane, si prepara alla “madre di tutte le battaglie”, come la definisce un giornale vicino al regime siriano.

Continuano intanto le defezioni negli alti piani del palazzo siriano: una parlamentare del partito di governo ha disertato e ora si trova in Turchia.

Ieri il bilancio delle vittime negli scontri e’ salito a 121 morti, di cui 64 civili. Gli Stati Uniti hanno detto di temere che si consumi “un massacro”.