Gli Stati Uniti rischiano di finire presto in recessione

6 Agosto 2014, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Altro che ripresa. Nel 2015 l’economia statunitense potrebbe finire in recessione. Ne è convinto David Levy, presidente del centro studi Jerome Levy Forecasting Center, secondo cui ci sono il 65% delle probabilità che gli Stati Uniti vadano incontro a una fase recessiva.

Si tratta di una visione contraria a quella prospettata dalla Fed, che per il prossimo anno stima un Pil Usa in crescita del 3%.

Le previsioni dell’economista americano prendono le mosse dall’idea che il prossimo anno si rivelerà particolarmente difficile per Europa, Cina e in generale per i mercati emergenti. Ciò finirà per deprimere l’economia Usa, che ha recentemente visto salire, mai come in passato, il peso dell’export sul Pil.