GLI INVESTITORI USA RIMANGONO OTTIMISTI

4 Maggio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Gli investitori americani rimangono ottimisti nonostante la recente volatilita’ di borsa.

Lo conferma l’ultimo sondaggio di Wall Street Journal/NBC News, secondo cui il 36% degli intervistati prevede tra un anno valori azionari piu’ elevati di quelli attuali. Solo il 20% ne invece prevede un crollo.

L’ottimismo degli investitori sembra ai livelli piu’ alti dal luglio 1998. Anche tra chi si aspetta un calo, inoltre, non c’e’ troppo timore.

Oltre la meta’ degli intervistati ha un portafoglio di almeno 5 mila dollari investiti in azioni o fondi azionari e un terzo segue quotidianamente il mercato, ma solo il 26% teme di risentire direttamente del calo.

Tra le cinque possibili situazioni che potrebbero mettere a rischio la propria sicurezza finanziaria, il 20% degli intervistati ha citato il declino del mercato azionario. Un altro 20% la crescita dei tassi d’interesse, mentre il 33% ha scelto l’aumento dell’inflazione. Il 10% rimane preoccupato dal basso tasso di disoccupazione (che favorisce la pressione sui salari, e quindi l’inflazione) mentre il 4% teme il deficit commerciale.

Mentre alcuni analisti temono che l’andamento negativo del mercato abbia allontanato gli investitori, dal sondaggio risulta che ben il 55% degli investitori intervistati ritiene sia il momento di mantenere le proprie posizioni e il 19% pensa sia il momento buono per acquistare, contro solo il 5% che pensa a disinvestire.

Non manca, alla fine, un po’ di confusione; il 21% degli intervistati non e’ sicuro sul da farsi.