Gli investitori si “rifugiano” nell’oro

19 Agosto 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Impennano le quotazioni dell’oro dopo il deludente dato statunitense sulle richieste sussidio alla disoccupazione, che va ad appesantire la già difficile situazione economica dell’America. Gli operatori spaventati dalle prospettive di crescita economica mondiale non troppo rosee si sono così “rifugiati” nell’oro, che vale 1.234 dollari l’oncia.