Giornata “no” per i minerari nordici

14 Dicembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Si preannuncia un sessione di fuoco per alcuni titoli minerari scandinavi, oggi letteralmente nell’occhio de ciclone. A partire dal produttre di acciaio finalandese Outokompu, che sta cedendo sulla piazza di Helsinki oltre sei punti percentuali dopo il lancio di un profit warning. La compagnia ha fatto sapere che il quarto trimestre del 2010 sarà peggiore di quanto precedentemente indicato a causa della performance negativa registrata nella prima parte dell’anno. Il risultato operativo dovrebbe pertanto essere tra il negativo e il breakeven. L’andamento è stato impattato da scarsi volumi a causa della debole domanda e dall’andamento sfavorevole dei prezzi, ha fatto sapere la società. Pessima performance anche per la svedese SSAB, anch’essa attiva nel comparto dell’acciaio. Il gruppo sta cedendo a Stoccolma oltre due punti percentuali dopo che il CEO Olof Faxander ha lasciato l’azienda per lavorare con il gruppo ingegneristico svedese Sandvik. Faxander sarà rimpiazzato da Martin Lindqvist. Giornata “no”, infine, per il produttore di alluminio norvegese Norsk Hydro che arretra a Oslo di quasi due punti percentuali. Al mercato non è piaciuta la decisione di rinviare alla prima parte del 2011 l’acquisto della brasiliana Vale a causa del ritardo di alcune autorizzazioni in Brasile.