GINGER: TUTTI LO VOGLIONO, NESSUNO SA COSA SIA

11 Gennaio 2001, di Redazione Wall Street Italia

E’ un’invenzione straordinaria, paragonabile alla World Wide Web, gia’ sono stati investiti milioni di dollari nella sua esecuzione e la rispettabile casa editrice Harvard Business School Press si e’ accaparrata il libro sul prodotto pagandolo ben $250 mila.

Il nome in codice e’ “ginger” e rimarra’ tale fino al 2002, quando l’identita’ dell’invezione misteriosa verra’ svelata.

Per il momento nemmeno l’agente o l’editore sanno di che cosa trattera’ il libro, ma apparentemente credono che valga la pena investirvi un quarto di milione di dollari.

Potrebbe sembrare uno scoop pubblicitario, ma a conferire credibilita’ al prodotto si e’ scomodato chi di tecnologia se ne intende. Jeff Bezos, Ceo di Amazon.com (AMZN) ha infatti dichiarato che “non ci saranno problemi a vendere un prodotto cosi’ rivoluzionario” e Steve Jobs, amministratore delegato di Apple Computer (AAPL) e’ convinto che “ginger” cambiera’ il modo in cui le citta’ sono disegnate.

Bezos e Jobs sono tra i pochissimi ad aver ricevuto una dimostrazione di come funziona l’invenzione, ma hanno promesso di tenere le bocche cucite.

E’ certo comunque che l’inventore, il multimiliardario imprenditore Dean Kamen, ha le carte in regola, soprattutto dopo aver ricevuto la National Medal of Technology, il piu’ alto premio per la tecnologia del Paese.
Il 49enne Kamen ha infatti alle spalle alcune rivoluzionarie invenzioni nel campo della medicina, quali la prima pompa portabile per l’insulina – inventata quando era ancora studente – e una sedia a rotelle che puo’ salire le scale.

Sebbene sia autodidatta – ha abbandonato il college per dedicarsi alla tecnologia – e’ considerato da molti un genio che non si lascia condizionare che dalle leggi fisiche e che spesso preferisce utilizzare i propri fondi per le ricerche per evitare qualunque limitazione.
La sua societa’, Deka Research and Development, conta tra i suoi clienti la casa farmaceutica Johnson & Johnson (JNJ) e Baxter International (BAX).

Per il progetto ‘ginger’, Kamen si sbilancia solo a dire che e’ un prodotto di consumo non legato alla sanita’ e che richiedera’ la costruzione della maggiore societa’ del New Hampshire.

“Sara’ un’alternativa a prodotti che sono sporchi, costosi, a volte pericolosi e spesso frustranti per chi vive in citta'”. Un enigma che sembra intenzionato a mettere in allarme l’intero settore automobilistico.

Il costo, stimato in $100 milioni, ha gia’ l’impegno del venture capitalist John Doerr di Kleiner Perkins e di Credit Suisse First Boston che pensa che ‘ginger’ sara’ la piu’ importante start-up della storia e che rendera’ Kamen piu’ ricco di Bill Gates.