Giappone: “Compreremo debito fondo salva stati dopo downgrade”

17 Gennaio 2012, di Redazione Wall Street Italia

Tokyo – Il ministro giapponese delle Finanze, Jun Azumi, ha dichiarato oggi che il suo paese continuerà ad acquistare obbligazioni del Fondo salvastati Efsf nonostante l’agenzia Standard & Poor’s abbia deciso di tagliare il rating del fondo dalla valutazione massima della ‘tripla A’ al livello immediatamente sottostante di AA+.

“Non penso che questo rimetterà in discussione immediatamente la credibilità delle obbligazioni dell’Efsf”, ha spiegato il ministro in conferenza stampa. Standard & Poor’s non esclude di poter rialzare tale valutazione se dovessero essere fornite delle garanzie aggiuntive.

La decisione dell’agenzia è la conseguenza dell’abbassamento del rating della Francia e dell’Austria che in precedenza detenevano la tripla A e permettevano, con le loro garanzie, allo stesso fondo salvastati di beneficiare della medesima valutazione.

Il Giappone ha acquistato tra il 10 e il 20% dell’intero importo delle diverse emissioni dell’Efsf nel 2011, obbligazioni a breve, medio e lungo termine destinate a sostenere i paesi in difficoltà finanziaria della zona euro. “Non ci sarà un cambiamento immediato della nostra idea in proposito”, ha confermato il ministro Jun Azumi.