Germania, Sinistra: Piigs escano dall’euro

26 Luglio 2013, di Redazione Wall Street Italia

BERLINO (WSI) – Bernd Lucke, che ha fondato Alternativa per la Germania a inizio 2013, sostiene che la Germania stia sbagliando completamente strategia con la quale affrontare la crisi del debito in Europa e che il suo partito ha invece pronte alternative valide per superarla.

Come per esempio, per prima cosa, l’uscita dalla regione dei paesi più indebitati del Sud Europa, che “dovrebbero andarsene perché hanno dimostrato di non poter essere abbastanza competitivi”. Inoltre, ha detto il leader politico di sinistra all’emittente Cnbc, se restassero dovrebbero subire una riduzione dei salari di circa il 30% che è una condizione inaccettabile per gli operai.

In secondo luogo, per i paesi rimasti nell’Eurozona, Lucke propone il varo di una riforma che assicuri di inserire una clausula tale da rendere impossibile per un qualsiasi stato di pagare per i debiti degli altri e che tutti i cittadini abbiano la possibilità di fare causa ai governi che dovessero ignorare tale norma”.

Alle elezioni di settembre, l’AFD (Alternative Fur Deutschland) dovrà raggiungere la soglia del 5% se vuole assicurarsi seggi in Parlamento, una missione che riuscì al piccolo Partito dei Pirati nel 2011 alle elezioni comunali di Berlino, quando ottene addirittura l’8,9% dei voti.