Germania si impunta: no Bce prestatore ultima istanza

18 Novembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

”Non lasceremo che la Bce agisca come prestatore di ultima istanza”, cosi’ Wolfagang Schauble, ministro delle finanze della Germania all’agenzia Market News International, a margine di una convegno sulla finanza in corso a Francoforte. Schauble ha ribadito la mancanza di una cornice legale che consenta all’Eurotower di agire come prestatore di ultima istanza.

“Ci sono anche dubbi che un’azione di backstop della Bce”, cioe’ interventi per mantenere su un certo livello i rendimenti dei titoli di stato, “possa veramente calmare i mercati”.

Per quanto riguarda il cambiamento dei Trattati Ue, ”si puo’ fare in 24 ore” per preparare il terreno a una unione dei bilanci pubblici dei paesi della Ue, ”si tratta di trovare una nuove forme di governance. Quando si ha una moneta comune senza una comune politica di bilancio si hanno dei problemi” ha sottolineato il ministro tedesco.