Germania perderà Tripla A per via del contributo a fondo euro

8 Agosto 2012, di Redazione Wall Street Italia

New York – La virtuosa Germania perdera’ la tripla A se offrira’ un ulteriore contributo finanziario al fondo salva stati dell’Eurozona. Ad annunciarlo e’ l’agenzia di rating Fitch.

Nel confermare il massimo livello di qualita’ creditizia nonostante l’incessante crisi del debito, gli analisti sottolineano che il contributo di 211 miliardi di euro nei fondi dell’EFSF, pari a 440 miliardi di capacita’ creditizia, si tradurra’ in un incremento del 7% nel rapporto Debito/Pil.

“Berlino rimane esposta alla componente sistemica della crisi”, si legge nel report. “Una fase di recessione piu’ grave dei suoi principali partner europei (oggi la Francia ha ufficializzato che entrera’ in recessione nel terzo trimestre, NdR) potrebbe spingere in recessione anche la Germania con ripercussioni negative anche sul capitolo fiscale”.

“Un impegno ulteriore a rimpinguare le risorse del fondo salva stati, oltre alle garanzie offerte sinora, potrebbe spingere il rapporto Debito Pil oltre il 90%”, ovvero la soglia limite oltre la quale l’agenzia non considera piu’ un paese meritevole di un rating di Tripla A. Se i rischi dovessero materializzarsi, il paese perdera’ il giudizio piu’ alto di qualita’ creditizia.

Un lato positivo e’ invece il fatto che il paese sia l’unica economia industrializzata ad avere nel primo semestre del 2012 un tasso di disoccupazione piu’ basso del 2007.

Fitch non e’ l’agenzia di rating Usa piu’ preoccupata per le sorti dell’economia tedesca, che continua a dare segni di rallentamento. E’ stata Moody’s la prima ad avere mandato segnali di avvertimento. Pertanto il tasso di cambio tra euro e dollaro non dovrebbe uscirne particolarmente scosso.