Generali vuol fare la parte del Leone nell’asset management

11 Maggio 2017, di Alessandro Piu

Generali accelera sulla strada dell’asset management. La compagnia del Leone di Trieste ha presentato oggi il piano strategico del gruppo per il settore del risparmio gestito. L’obiettivo è rispondere alle esigenze delle compagnie assicurative e dei singoli risparmiatori in un contesto di bassi tassi di interesse, e supportare la transizione del gruppo verso un maggiore contributo da parte dei servizi fee-based.

Grazie a questa evoluzione Generali vuole ottenere una maggiore efficienza dal ramo dell’asset management e in particolare una riduzione di 16 punti base nel rapporto costi ricavi, fino al 55% entro il 2020. Sempre in questo lasso di tempo la divisione dovrebbe, secondo le stime del gruppo, raggiungere un risultato netto di 300 milioni di euro l’anno e un ammontare di asset in gestione pari a 500 miliardi di euro.

Tim Ryan, group chief investment officer e amministratore delegato di Asset & Wealth Management ha dichiarato: “Grazie ai nostri attivi di circa 450 miliardi di euro in Europa, abbiamo un’opportunità unica per incrementare gli asset gestiti internamente e ottimizzare le nostre strutture operative, anche razionalizzando i costi. Costruiremo un’innovativa piattaforma multi-boutique che integra nuove competenze di investimento altamente specializzate a quelle già esistenti, traendo beneficio da una struttura fortemente centralizzata. Generali vanta una profonda esperienza nell’insurance liability management e il nostro nuovo team di Insurance Solutions sarà dedicato a catturare le esigenze di gestione di 9 trilioni di euro di asset presenti nel settore assicurativo in Europa. In aggiunta, i clienti privati beneficeranno di un portafoglio di soluzioni di investimento innovative grazie alla nostra piattaforma multi-strategy a gestione attiva. La nostra nuova strategia assicurerà ai nostri clienti eccellenti rendimenti finanziari, permettendoci di diventare il miglior partner di fiducia per i loro investimenti”.

La nuova strategia del Leone di Trieste per l’asset management si basa su due pilastri: accrescere le proprie competenze, offrire soluzioni di investimento su misura per le aziende europee e prodotti di risparmio per i clienti privati. Il primo passo sarà lo sviluppo di una piattaforma sui real asset e di gestione attiva per conseguire rendimenti e profitti maggiori.

Questo permetterà a Generali di offrire un numero maggiore di prodotti d’investimento e di soluzioni attraverso la propria piattaforma unit-linked in Europa. La creazione della nuova piattaforma sarà ottenuta sia capitalizzando le competenze esistenti, sia acquisendo nuove capacità da gestori di portafoglio con eccellenti track record, da esperti nei real asset quali debito infrastrutturale, direct lending o altri segmenti di private capital.

Punto cardine di questa strategia sarà valorizzare ulteriormente la grande esperienza di Generali nella gestione di asset assicurativi, attraverso la creazione di un Insurance Solutions Team capace di offrire servizi su misura di gestione end-to-end e consulenza per investitori liability-driven. Ai clienti privati sarà dato accesso esclusivo a high conviction portfolio manager, al fine di offrire loro soluzioni di investimento che tutelino i risparmi a lungo termine nell’attuale scenario di bassi tassi di interesse.