Gemina, nel 2009 aumenta il rosso

15 Marzo 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Il Consiglio di Amministrazione di Gemina S.p.A. (“Gemina, Capogruppo”), presieduto dal Dr. Guido Angiolini, si è riunito in data odierna per l’approvazione del progetto di Bilancio d’esercizio 2009. Lo si legge in una nota. Il Gruppo chiude l’esercizio con una perdita di competenza di 39,2 milioni di euro rispetto alla perdita di 33,8 milioni di euro dell’esercizio 2008. I ricavi del Gruppo, pressoché interamente relativi all’attività aeroportuale ammontano a 570,9 milioni di euro in flessione dell’1,9% rispetto allo scorso esercizio, riduzione inferiore al calo del traffico passeggeri (-3,5%) grazie anche ad un più favorevole mix di traffico. Il risultato operativo, attestatosi a 63,1 milioni di euro, migliora di 8,7 milioni di euro nonostante la presenza dei costi connessi al programma di ristrutturazione del personale, avviato all’inizio dell’esercizio nell’ambito delle azioni di contenimento dei costi, oltre che di accantonamenti relativi a contenziosi in essere. In evidenza il contenimento dei costi per consulenze, marketing contribution, utenze e servizi. Il 2008 comprendeva perdite su crediti verso Alitalia in a.s. per 42,4 milioni di euro. L’indebitamento finanziario netto pari a 1.425,1 milioni di euro aumenta di 24,9 milioni di euro principalmente per l’inserimento nell’area di consolidamento di Fiumicino Energia S.r.l. (“Fiumicino Energia”) dall’1 luglio 2009.