GB, CINQUEMILA PUB A RISCHIO CHIUSURA

13 Aprile 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Londra, 13 apr – Entro il 2011, circa cinquemila pub inglesi potrebbero essere costretti a chiudere se il trend negativo proseguirà immutato nei prossimi anni: questa la previsione di uno studio statistico della società di consulenza Princewaterhouse Coopers. La ricerca suggerisce che le normative sul divieto di fumo (che dovrebbe entrare in vigore dal 1° luglio prossimo), la fine delle promozioni di bevande alcoliche e l’incremento delle vendite nel mercato off-trade (organizzazioni di grandi e piccoli distributori che si contrappone alla catena globale di esercizi pubblici in cui si effettua la somministrazione diretta di bevande) starebbero colpendo sempre di più il volume d’affari dei locali tipici del mondo anglosassone. Concentrandosi in particolare sulle conseguenze che la legge antifumo avrà sulla clientela dei pub, Stephen Broome, autore del rapporto intitolato “From Beer to Eternity?”, ha ricordato che lo strumento essenziale per sopravvivere sarà la pianificazione: “Alcune strutture soffriranno l’impatto negativo più di altre; i pub dotati di un servizio di ristorazione potrebbero reagire meglio, nonostante la naturale intensificazione della competizione che si registrerà”, ha detto Broome, che ha voluto ricordare però lo stimolo che le previsioni possono costituire per le strategie di vendita dei locali inglesi.