GARA DA RIFARE SE IL COMUNE NON RITIRA LA POSTA

5 Aprile 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Roma, 5 apr – L’amministrazione appaltante – un Comune – aveva stabilito che i partecipanti alla gara dovessero far pervenire le domande esclusivamente per mezzo delle Poste. Ma poi non aveva provveduto al ritiro giornaliero della corrispondenza. E’ stato necessario un ricorso al Tar per far dichiarare illegittima l’esclusione di un’azienda dalla gara per mancato rispetto dei termini, pur risultando che il plico era pervenuto all’ufficio postale tempestivamente, e quindi era nella giuridica disponibilità del Comune in tempo utile per la partecipazione alla gara. Il Tar del Lazio – con la sentenza n. 2823 del 2 aprile 2007 – ha osservato che rientra “tra gli ordinari doveri delle pubbliche amministrazioni ritirare la corrispondenza direttamente presso l’ufficio postale per mezzo dei propri incaricati”. In particolare “l’amministrazione ha l’obbligo di ritirare, nel momento in cui scade il termine per la presentazione delle domande di partecipazione a una gara d’appalto, tutta la corrispondenza giacente presso l’ufficio postale”.