GAP TORNA A FARE UTILI E BATTE LE STIME

17 Maggio 2002, di Redazione Wall Street Italia

Gap Inc. (GPS – Nyse), colosso del settore dell’abbigliamento, con marchi come Gap, Banana Republic e Old Navy, ha chiuso il primo trimestre fiscale con un utile netto di $37 milioni, o 4 centesimi per azione, in forte calo rispetto all’utile di $115 milioni, o 13 centesimi per azione dell’analogo periodo dell’anno scorso.

Il risultato, comunque, è migliore delle attese degli analisti consultati da Multex e Zacks, che avevano previsto un utile di 3 centesimi per azione (il consensus di Thomson Financial/First Call era di un utile di 2 centesimi per azione).

Il fatturato è sceso su base annuale del 9,1% a $2,89 miliardi, soprattutto a causa della riduzione delle scorte di magazzino (-18%). E’ il terzo trimestre consecutivo in cui il gruppo di San Francisco registra una contrazione delle vendite.

Allarmante il dato sul fatturato calcolato sulla base degli stessi punti vendita, in calo per il venticinquesimo mese consecutivo.