Società

FUTURES: WALL STREET TORNA AL LAVORO, CON CALMA

Questa notizia è stata scritta più di un anno fa old news

A un’ora e mezza circa dall’apertura delle borse, i contratti sugli indici Usa sono piatti.

Wall Street torna dunque al lavoro, dopo la pausa del Labor Day, e settembre rappresenta senza dubbio il mese in cui il volume di scambio e’ destinato a crescere dopo la parentesi delle vacanze estive. Tuttavia, quella di oggi, sara’ una giornata priva di dati macroeconomici e le notizie dal fronte societario saranno piuttosto contenute.

L’aggiornamento piu’ atteso e’ quello del colosso dei semiconduttori Intel, che potrebbe annunciare in mattinata un taglio della forza lavoro nella misura del 10%, soprattutto dopo i deludenti risultati del secondo trimestre in cui i profitti netti sono diminuiti del 56%.

Altre comunicazioni sono attese anche dalla societa’ automobilistica Ford Motor. In un intervento preparatorio, alcuni dirigenti del gruppo hanno sottolineato la necessita’ di un cambiamento del modello di business condotto per un ritorno alla profittabilita’.

Sul mercato energetico, petrolio ancora in calo, addirittura sotto i $69 al barile, mentre cresce l’attesa per le eventuali sanzioni che potrebbero essere applicate all’Iran per non aver rispettato l’ultimatum relativo al progetto nucleare intrapreso da tempo. Prima dell’apertura, i futures con scadenza ottobre segnano un ribasso di 93 centesimi a $68.26 al barile.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 8 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati, sul valutario, debolr l’euro a quota $1.2818. L’oro guadagna $6.60 a $639.20 all’oncia. In calo i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ salito al 4.76%.

Alle 13:50 (le 7:50 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 avanza di 0.10 punti a 1312.70.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 segna -0.75 punti a 1589.75.