Futures Wall Street in rosso, investitori ancora ansiosi

24 Maggio 2010, di Redazione Wall Street Italia

Wall Street appare orientata ad avviare la giornata di contrattazioni all’insegna dei ribassi: a tre ore e mezza circa dall’inizio della seduta, i futures sul Dow Jones, sul Nasdaq e sullo S&P 500 cedono infatti lo 0,43% circa.

Il sentiment degli investitori è cauto ovunque, come dimostra anche la performance contrastata dei listini azionari europei : il quadro rimane caratterizzato da una forte volatilità e da una propensione al rischio che fa fatica a tornare alla ribalta.

Per questo, Wall Street, almeno al momento, propende per l’attendismo, dopo la seduta dello scorso venerdì, quando gli indici azionari americani sono riusciti a chiudere all’insegna degli acquisti, ma in modo irregolare.

Gli investitori hanno insomma ancora l’amaro in bocca, se si considera che il paniere delle blue chip rischia di archiviare il mese maggio soffrendo la peggiore performance su base mensile dal febbraio del 2009. Basti pensare che, la scorsa settimana, il Dow Jones ha perso il 4%, il Nasdaq il 5% e l’S&P il 4.2%.

La tensione che domina ovunque si spiega anche con le notizie che arrivano dai mercati del credito , che al momento non promettono nulla di buono.

Tornando a Wall Street, i futures sono appesantiti anche dalle perdite dei petroliferi e della casa farmaceutica Merck.

Sulle piazze europee, inoltre, Exxon Mobil e’ in calo dell’1,1% e Merck cede lo 0,8%.

E’ attesa intanto per il dato relativo alle vendite di case esistenti, che sarà reso noto alle 14.30 circa ora italiana.