FUTURES USA TENTANO DI ALLUNGARE ANCORA

17 Marzo 2010, di Redazione Wall Street Italia

I futures sui principali indici borsistici americani scambiano in lieve rialzo (vedi quotazioni a fondo pagina). Ad un’ora e mezza dall’avvio delle contrattazioni, dunque, l’apertura si preannuncia positiva, ma con una certa cautela all’indomani del raggiungimento dei massimi di 17 mesi da parte dell’S&P 500.

Continua il momento positivo dopo che ieri la Federal Reserve ha rinnovato la sua promessa a mantenere i tassi di interesse fermi su livelli minimi storici ancora per un periodo prolungato.

Il mercato azionario sembra dunque rispondere alle buone notizie in materia di politica monetaria giunte da Washington con un’estensione dei lenti ma persistenti guadagni accumulati nell’ultima settimana.

Dopo che ieri la Federal Reserve ha deciso di mantenere invariati i tassi di interesse allo 0-0.25%, come previsto, e di farlo ancora per un lungo periodo, sta crescendo l’attesa nelle sale operative per sapere quanto ancora bisognera’ aspettare prima che la banca centrale cambi il linguaggio verso una politica meno accomodante.

Per i tuoi investimenti, segui il feed in tempo reale di Wall Street Italia INSIDER. Se non sei abbonato, fallo subito: costa solo 0.86 euro al giorno, provalo ora!

In calendario macro alle 13:30 italiane e’ prevista la pubblicazione dei prezzi alla produzione di febbraio. Il presidente della Federal Reserve Ben Bernanke e l’ex presidente della banca centrale e consulente della Casa Bianca Paul Volcker testimonieranno davanti alla commissione di supervisione delle banche.

A Vienna andra’ in scena l’incontro tra i ministri dei Paesi dell’OPEC con il capo del dicastero del petrolio saudita che ha detto che i livelli di produzione rimarranno invariati a causa di una “buona domanda, un’offerta attendibile e dei livelli di prezzo”. Alle 15:30 verranno pubblicate le scorte settimanali di petrolio.

Sul fronte societario pochi gli appuntamenti di rilievo: unico degno di nota sara’ la trimestrale della societa’ di scarpe e abbigliamento Nike, che riportera’ i conti fiscali dopo il suono della campanella.

Sugli altri mercati, nel comparto energetico le quotazioni del greggio sono in rialzo. I futures con consegna aprile avanzano di $0.55 attestandosi a quota $82.25 al barile. Sul valutario la moneta unica viaggia a quota $1.3772 (+0.04%). L’oro guadagna $6.80 in area $1129.30 l’oncia. In ribasso i Titoli di Stato, con il rendimento sul benchmark decennale che si attesta al 3.6400% dal 3.6350% di ieri.

Alle 13:00 (le 8:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 avanza di 2.80 punti (+0.24%) a 1157.60.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 guadagna 3.50 punti (+0.18%) a 1932.

Il contratto sull’indice Dow Jones segna incremento di 26 punti (+0.24%) a 10650.