FUTURES USA SU MALGRADO DELUSIONE BLACKBERRY

25 Settembre 2009, di Redazione Wall Street Italia

Si prospetta una seduta positiva per il mercato azionario americano, con i contratti sui principali indici di Borsa che quando manca un’ora e mezzo al suono della campanella scambiano in moderato progresso.

Wall Street viene da due sedute negative consecutive, dopo la pubblicazione di dati economici contrastanti, tra cui un inaspettato calo della domanda di case esistenti. Quest’oggi gli investitori conosceranno altre cifre relative all’andamento del mercato immobiliare, con le vendite di nuove case, la fiducia dei consumatori e i beni durevoli di agosto.

Nel frattempo l’attenzione rimane concentrata sull’incontro del G-20 in corso di svolgimento a Pittsburgh. Secondo un articolo del Wall Street Journal i leader mondiali sarebbero vicini alla firma di un accordo che ha l’obiettivo di imporre ai paesi membri di essere soggetti alla revisione degli altri stati in materia di poltiche economiche. Il presidente Obama e i suoi omologhi hanno inoltre trovato un’intesa per mettere fine alle maxicompensazioni ai manager bancari e imporre un giro di vite contro le speculazioni finanziarie. Inoltre le nazioni partecipanti hanno deciso di mantenere in vigore le misure di stimolo fiscale coordinate per alimentare la crescita dell’economia.

In ambito di notizie societarie, i titoli di Research In Motion cedono oltre il 10% dopo che l’azienda produttrice del Blackberry ha detto di aspettarsi utili per azione compresi tra $1 e $1.08 nel terzo trimestre, accompagnati da un fatturato di $3.6-$3.85 miliardi. Gli analisti prevedono che i profitti per titolo si attestino a $1.05 e che i ricavi siano paria a $3.92 miliardi

Nel frattempo Sara Lee ha deciso di vendere le sue attivita’ per la cura del corpo al gigante retail anglo-olandese Unilever per una cifra di 1.28 miliardi di euro ($1.88 miliardi) in contanti. Un’altra societa’ che potrebbe rendersi protagonista di un’ottima prova potrebbe essere Tibco Software, che ha annunciato un incremento dei profitti trimestrale superiore alle previsioni e paria al 34%. Se puo’ interessarti, in borsa si puo’ guadagnare con titoli aggressivi in fase di continuazione del rialzo e difensivi in caso di volatilita’ e calo degli indici, basta accedere alla sezione INSIDER. Se non sei abbonato, fallo ora: costa solo 79 centesimi al giorno, provalo.

Sugli altri mercati, nel comparto energetico recupera terreno il greggio. I futures con consegna novembre avanzano di $0.42 a $66.31 al barile. Sul valutario, l’euro e’ in rialzo nei confronti del dollaro a quota $1.4684. Arretra invece l’oro, con i futures con scadenza dicembre che perdono $1.60 a $997.30. In progresso i prezzi dei Titoli di Stato Usa: il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ sceso al 3.3800% dal 3.4080% di ieri.

Alle 14:00 (le 8:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 e’ in progresso di 3.20 punti (+0.31%) a quota 1047.50.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 segna +1.50 punti (+0.09%) a 1701.00.

Il contratto sull’indice Dow Jones e’ in rialzo di 27.00 punti (+0.28%) a 9662.00.