FUTURES USA RITRACCIANO DOPO I CONTI DI GE

22 Gennaio 2010, di Redazione Wall Street Italia

Si profila una seduta in cauto ribasso a Wall Street, con i contratti sui principali indici azionari che quando manca un’ora e mezzo all’inizio delle contrattazioni scambiano sotto i livelli della vigilia (vedi quotazioni a fondo pagina).

I listini vengono dalla peggiore seduta degli ultimi tre mesi, con i cali che sono stati accentuati dal tracollo dei finanziari sulle notizie di una riforma del sistema di regolamentazione del settore bancario. Questa mattina gli investitori hanno spostato la loro attenzione sui risultati trimestrali di General Electric e altre societa’, ma il comparto dei finanziari continua a perdere quota (benchmark settoriale XLF -0.75%).

Prima del suono della campanella la maggiore conglomerata industriale degli Stati Uniti ha riportato utili trimestrali da operazioni continuative in calo del 22% a $0.28, accompagnati da un fatturato di $41.4 miliardi, facendo leggermente meglio di quanto gli analisti si aspettavano. Le azioni del colosso industriale, che prevede una crescita solida nel 2011 e oltre, lasciano sul campo circa l’1.5%.

Per i tuoi investimenti, segui il feed in tempo reale di Wall Street Italia INSIDER. Se non sei abbonato, fallo subito: costa solo 0.77 euro al giorno, provalo ora!

Oggi riporteranno i conti fiscali anche McDonald’s e Kimberly-Clark. Tra i titoli caldi Advanced Micro Devices, che scivola del 5% nonostante la societa’ abbia registrato il primo trimestre redditizio in tre anni. Stessa sorte anche per Google. Il gigante dei servizi online perde terreno dopo aver annunciato, ieri a mercati chiusi, il quarto trimestre con utili pari a quasi $2 miliardi.

Sugli altri mercati, nel comparto energetico in calo le quotazioni del greggio. I futures con consegna febbraio arretrano di $0.35 attestandosi a quota $75.73 al barile. Sul valutario la moneta unica si raffroza a $1.4122. In flessione l’oro a $1092.50 l’oncia (-$10.70). Avanzano i prezzi dei Titoli di Stato, con il rendimento sul benchmark decennale che e’ sceso al 3.5800% dal 3.6110% di ieri.

Alle 14:00 (le 8:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 e’ in ribasso di 2.90 punti (-0.26%) a 1108.20.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 segna -1.00 (-0.05%) a 1840.00.

Il contratto sull’indice Dow Jones cede 34.00 punti (-0.33%) a quota 10563.00.