Futures Usa riducono perdite dopo dati economici

11 Agosto 2011, di Redazione Wall Street Italia

New York – Dopo la pubblicazione dei due dati economici Usa relativi alle richieste iniziali dei sussidi di disoccupazione e al deficit commerciale, i futures americani continuano a riportare una performance negativa, riducendo di pochissimo le perdite.

Positive le indicazioni che sono arrivate dal mercato del lavoro, visto che il numero di persone che ha fatto domanda per ricevere l’indennità di disoccupazione è calato la scorsa settimana di 7.000 unità, a 395.000. Il dato si è confermato migliore delle stime. Male invece l’indicatore sul deficit commerciale degli Stati Uniti, che a sorpresa è salito a 53 miliardi di dollari, nel mese di giugno, e ha deluso le attese del consensus.

Non sembrano bastare i guadagni sui titoli tecnologici, che beneficiano del rally di Cisco in pre-mercato, pari al 9%. Il colosso delle infrastrutture Internet ha reso noto di aver assistito a un calo degli utili del 36% nel suo quarto trimestre fiscale; tuttavia effettuando gli opportuni aggiustamenti e considerando anche il fatturato, il risultato è stato superiore alle stime degli analisti.

Sul fronte valutario l’ euro a New York è praticamente invariato sul dollaro, a $1,4150 (-0,08%); in calo anche il rapporto euro/yen a 108,21, così come è in flessione il rapporto usd/yen, a 76,66.

Sul fronte delle commodities i futures sul petrolio arretrano di $1,26 a $81,63 il barile, mentre le quotazioni dell’oro sono quasi piatte, cedendo lo 0,1% a 1.783,10 l’oncia.

I rendimenti dei Treasury a dieci anni scendono al 2,1512%.

Intanto alle 15.00 circa(le 8.00 ora di New York) il future sull’indice S&P500 perde 11,70 punti (-1,04%), a quota 1.111,80 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 e’ in calo di 13 punti (-0,65%), a 2.072 punti.

Il contratto sull’indice Dow Jones cede 73 punti punti (-0,68%), a 10.562