Futures Usa piatti dopo dati macroeconomici

1 Settembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

New York – Dopo la pubblicazione dei dati Usa relativi alle sussidi di disoccupazione e alla produttività, i futures americani riportano ancora una performance in lieve calo, ma riducono le perdite e si confermano praticamente piatti.

A questo punto l’attesa è per l’ , che sarà reso noto alle 16 ora italiana.

L’attenzione, dunque, è tutta sugli indicatori economici, che continuano a fare il punto della situazione e che potrebbero indirizzare le prossime decisioni della Federal Reserve: se intervenire o meno, e come, per stimolare la ripresa.

Intanto si apprende che il presidente americano Barack Obama farà un discorso al Congresso per parlare di economia e presentare le sue proposte il prossimo giovedì.

Sul fronte valutario attenzione al forte dietrofront dell’euro, che ora sfonda al ribasso anche sotto quota $1,43, scontando gli ultimi dati che sono arrivati dal fronte economico e relativi al settore manifatturiero. Il rapporto si attesta in calo dello 0,58%, a quota $1,4285; la moneta unica perde anche nei confronti del franco svizzero (-1,60%) a CHF 1,1412 e contro lo yen a JPY 110,13 (-0,09%).

Sul mercato dei Treasury, i rendimenti a dieci anni segnano una flessione considerevole, riducono le perdite e scendono al 2,199%.

Sul fronte del mercato delle commodities futures sul petrolio scendono dello 0,11%, a quota $88,71. Giù anche le quotazioni dell’oro scambiate sul Comex, che scendono del 0,35%, a quota $1.825,20 l’oncia.

Intanto alle 14.52 (le 8.52 ora di New York) il future sull’indice S&P500 scende di 2,2 punti (-0,08%), a quota 1.215,50

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 e’ in ribasso 0,5 punti (-0,08%), a 2.240,25.

Il contratto sull’indice Dow Jones arretra di 12 punti (-0,03%), a 11.591.