Futures Usa non reagiscono al dato positivo sul Pil

23 Novembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Proseguono in territorio negativo i futures sugli indici a stelle e strisce, affossati dal riacutizzarsi delle tensioni geopolitiche in Corea e dalla crisi politica in Irlanda, visto che il premier irlandese ha annunciato nuove elezioni dopo l’approvazione della finanziaria. Non sembra aver migliorato più di tanto l’umore, la revisione al rialzo del Pil del 3° trimestre al 2,5% dal 2,4% delle attese e dal 2% della lettura precedente. Nel 2° trimestre il dato aveva segnato una crescita dell’1,7%. Batte le attese anche il PCE, salito al 2,8%. In agenda ci sono ancora le vendite di case esistenti di ottobre e in serata la pubblicazione delle Minute della Fed. Il contratto sul Nasdaq arretra dello 0,995 mentre quello sull’S&P500 scivola dell’1,12%.