Futures Usa incrementano rialzi dopo dato

12 Agosto 2011, di Redazione Wall Street Italia

New York – Dopo la pubblicazione del dato relativo alle vendite al dettaglio, i futures americani incrementano i guadagni. (vedi performance in fondo pagina). L’indicatore, relativo al mese di luglio, è salito dello 0,5%, in linea con le attese degli analisti, e si è attestato ai valori massimi dallo scorso marzo. Rivisto al rialzo il dato del mese precedente.

A questo punto, gli investitori attendono l’altro dato economico che sarà reso noto in giornata, relativo alla fiducia dei consumatori.

Jim Reid, strategist presso Deutsche Bank, ha affermato in una nota che “l’indice relativo alla fiducia dei consumatori dovrebbe scendere ad agosto di poco, attestandosi a 62 contro i 63,7 di luglio; ma ci chiediamo cosa accadrà il prossimo mese, visto che sarà in quel momento che capiremo l’effetto del downgrade sul rating americano da parte di S&P”.

Nella giornata di ieri, il Dow Jones è balzato di 423,37 punti, cioe’ 3,95%: è stata la prima volta della storia che l’indice ha chiuso con una variazione netta di 400 punti, o superiore, per quattro sedute consecutive. Su base settimanale, tuttavia, il Dow è in perdita del 2,6%.

Tra i titoli da monitorare nella giornata di oggi Nvidia e Nordstrom, dopo che il colosso dei chip e il gigante retail Usa hanno reso noto bilanci che si sono rivelati migliori delle previsioni. In particolare il titolo Nvidia sta balzando in premercato del 13%.

Sul fronte valutario l’euro rimane in rialzo nei confronti del dollaro, a $1,4278. Il dollaro cede invece contro lo yen, a 76,63.

I futures sul petrolio arretrano di 16 centesimi a $85,56 al barile, mentre le quotazioni dell’oro sono piatte a $1.715 l’oncia. I Treasury a dieci anni riducono le perdite, con i rendimenti che si attestano al al 2,2919%.

Intanto alle 14.52 (le 8.52 ora di New York) il future sull’indice S&P500 avanza di 8 punti (+0,68%), a 1.176,50 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 e’ in rialzo 11 punti (+0,51%), a 2.169.

Il contratto sull’indice Dow Jones avanza di 74 punti (+0,66%), a 11.158.