FUTURES USA IN RIALZO, SENTIMENT POSITIVO

23 Marzo 2009, di Redazione Wall Street Italia

A mezz’ora dall’apertura delle borse i contratti sugli indici Usa hanno ritracciato dai massimi giornalieri ma continuano a trattare in buon rialzo (vedi quotazioni a fondo pagina) il che lascia prevedere un avvio di settimana in netto progresso per l’azionario.

A riportare gli acquisti sui mercati, dopo le perdite dello scorso venerdi’, e’ l’attesa per il piano preparato dall’amministrazione Obama per liberare le banche in difficolta’ dagli asset tossici ed illiquidi. Nei prossimi minuti il segretario al Tesoro Geithner illustrera’ i dettagli del piano, che prevede la creazione di un nuovo fondo d’investimento mirato all’acquisto di mutui ed altri elementi che continuano a gravare sui bilanci degli istituti finanziari, attraverso una combinazione di capitali versati da contribuenti ed investitori privati. Il valore iniziale del piano e’ pari a $500 miliardi, ma potrebbe estendersi fino a $1000 miliardi.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Costa meno di 1 euro al giorno. Clicca sul
link INSIDER

Gli analisti restano tuttavia scettici. Se il prezzo stabilito per tali assets sara’ troppo elevato, sara’ molto difficile assistere ad una considerevole domanda ed interesse da parte degli investitori; viceversa, qualora il prezzo di riferimento sara’ troppo basso, le banche non saranno particolarmente propense a vendere gli stessi assets.

Il sentiment del preborsa resta comunque positivo e a segnare i maggiori rialzi sono proprio i titoli del comparto finanziario. Citigroup e Bank of America avanzano rispettivamente del 20% e del 19%. Bene anche JP Morgan e Morgan Stanley.

Tra le altre news societarie, Suncor Energy ha annunciato che rilevera’ Petro-Canada per un corrispettivo di $15 miliardi in titoli, dando origine ad uno dei maggiori gruppi energetici canadesi. Notizie incoraggianti nel settore dell’auto: alcuni investitori di Abu Dhabi hanno mostrato interesse nelle azioni Daimler. Tra le societa’ che hanno diffuso i risultati trimestrali, il colosso del lusso Tiffany ha riportato utili superiori alle attese (ma fornito un outlook poco incoraggiante); la catena retail Walgreen ha riportato ricavi superiori al consensus, deludendo pero’ sui profitti. Entrambi i titoli si muovo in rialzo del 5% circa.

Sugli altri mercati, nel comparto energetico in lieve progresso il greggio. I futures con consegna aprile avanzano di $0.52 a $52.59 al barile. Sul valutario, avanza l’euro nei confronti del dollaro a quota 1.3601. Scende l’oro a $948.30 l’oncia (-$7.90). In calo i Titoli di Stato Usa: il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ salito al 2.64%.

Alle 14:00 (le 9:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 e’ in rialzo di 16.50 punti (+2.16%) a 780.60.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 segna +20.50 punti (+1.73%) a 1208.50.

Il contratto sull’indice Dow Jones guadagna 152 punti (+2.11%) a 7367.00.