Futures Usa in rialzo in attesa del via alla stagione degli utili

9 Gennaio 2012, di Redazione Wall Street Italia

New York – New York – Futures Usa virano in positivo (valori a fondo pagina), in attesa di maggiori segnali da Berlino dall’incontro tra il Cancelliere tedesco Angela Merkel e il Presidente francese Nicolas Sarkozy. Europa sempre al centro dell’attenzione da parte dei mercati.

Attesa anche per Alcoa, la più importante corporation mondiale che opera nel settore dell’alluminio, sarà la prima società nel Dow Jones Industrial Average a riportare i risultati d’esercizio del quarto trimestre 2011.

General Motors annuncia la vendita di 2,55 milioni di veicoli in Cina nel 2011, un aumento dell’8,3% rispetto all’anno precedente.

Il Presidente venezuelano Hugo Chavez afferma che il suo paese non riconoscerà alcuna decisione del tribunale della Banca Mondiale, sul caso che coinvolge Exxon Mobil. Titolo della società in calo soffre dei continui ribassi del prezzo del greggio.

In seguito ai dati incoraggianti giunti venerdì sulla situazione del mercato del lavoro Usa, il Presidente della Federal Reserve di St. Louis, James Bullard, ha detto che molto probabilmente la Fed non inizierà un nuovo programma di acquisti di bond.

“I dati sono stati molto buoni” e, almeno per il momento, la banca centrale “probabilmente deciderà di attendere e osservare” l’evolversi della situazione, prima di pensare a ulteriori stimoli monetari.

Bristol-Myers Squibb sabato ha annunciato di aver acquistato Inhibitex per $2,5 miliardi, per rafforzare la posizione nei farmaci contro l’epatite C.

Dal fronte economico degli Stati Uniti, attesi i dati sul credito al consumo alle 21.00. Le stime degli economisti parlano di un aumento pari a $7 miliardi, rispetto a $7,65 miliardi a ottobre.

Sul fronte valutario, intanto, l’euro è in ripresa nei confronti del dollaro, e al momento recupera lo 0,37% a quota $1,2736; nei confronti del franco svizzero la moneta unica cede lo 0,13% a CHF 1,2151, mentre contro lo yen sale dello 0,37%, a JPY 97,94.

Riguardo alle commodities, i futures sul petrolio sono in calo dello 0,49%, a quota $101,06 al barile, mentre le quotazioni dell’oro sono stabili a $1.616,40 l’oncia (-0,02%).

Alle 15.01 ora italiana (le 9.01 ora di New York), i futures sull’indice S&P500 sono in rialzo di 0,8 punti, a 1.275,00 punti.

I futures sul Nasdaq guadagnano 6,75 punti, a 2.359,00 punti.

I futures sul Dow Jones mettono a segno una risalita di 16 punti, a 12.325 punti.

Rendimenti dei Treasury a 10 anni in rialzo di 1 punto base all’1,972%.