Futures Usa in rialzo grazie alla voglia di shopping delle societa’

23 Agosto 2010, di Redazione Wall Street Italia

Quando manca mezz’ora all’avvio delle contrattazioni i futures Usa continuano a viaggiare in territorio positivo, anche se con incrementi appena inferiori a quelli di 60 minuti fa(vedi quotazioni a fondo pagina), lasciando intendere un’avvio con il segno piu’. Il tutto dopo una settimana che ha visto gli indici perdere terreno con il Dow che ha registrato una flessione dello 0.8%.

Sono le operazioni di M&A a scaldare il mercato in una giornata scarna dal punto di vista dei dati macro economici. Hewlett-Packard intende mettere le mani su 3PAR offrendo piu’ di quanto fatto dalla rivale Dell. Sul piatto $24 per azione, pari a $1.6 miliardi, cioe’ piu’ dei $18 proposti da Dell ($1.15 miliardi). La societa’ di archiviazione dati balza nel pre-mercato del 38.8% a $25.05.

Il piu’ grande gruppo al mondo di fertilizzanti Potash, preso di mira dal gigante minerario BHP, ha consigliato agli azionisti di rifiutare l’offerta da $39 miliardi di quest’ultimo aggiungendo che sono in corso trattative con terze parti.

Sugli altri mercati, nel comparto energetico i futures sul petrolio con consegna ottobre, avanzano dello 0.62% a $74.28. Il derivato con scadenza settembre dell’oro segna +0.09% a $1229.90. Sul fronte valutario l’euro cede lo 0.04% a quota $1.2706.

Alle 15:00 (le 9:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 segna un rialzo di 3.80 punti a 1074.50 (+0.35%).

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 registra un incremento di 9.75 punti a 1835.25 (+0.53%)

Il contratto sull’indice Dow Jones segna +27 punti a quota 10229 (+0.26%).