FUTURES USA IN RIALZO, FINANZIARI IN TESTA

22 Febbraio 2010, di Redazione Wall Street Italia

Si preannuncia una partenza in discreto rialzo a Wall Strett dopo un’ottava archiviata con incrementi di circa il 3% per gli indici a stelle e strisce. A un’ora e mezza dal suono della campanella i contratti sui principali indici azionari si muovono in leggero rialzo (vedi quotazioni a fondo pagina).

A livello settoriale si mettono in evidenza utilities e titoli finanziari. Su questo fronte, attenzione all’appello arrivato ieri da cinque ex ministri del Tesoro americano nei confronti del Congresso. Obiettivo: proibire alle banche che ricevono aiuti di Stato, di svolgere attivita’ speculative non legate ai servizi bancari.

Per i tuoi investimenti, segui il feed in tempo reale di Wall Street Italia INSIDER. Se non sei abbonato, fallo subito: costa solo 0.77 euro al giorno, provalo ora!

Da monitorare l’andamento delle compagnie assicurative legate al business sanitario: il presidente americano Barack Obama intende proporre delle norme che diano all’amministrazione il potere di controllare i rialzi dei premi assicurativi. La mossa arriva dopo un piu’ 39% applicato da Anthem, sussidiaria di WellPoint Inc., il secondo gruppo per ricavi dietro a UnitedHealth Group Inc.

L’agenda macro odierna e’ scarna. Alle 19:00 (ora italiana), e’ prevista l’asta di Tresuries a 3 mesi ($26 miliardi) e a 6 mesi ($28 miliardi).

Dalla corporate America, la catena di articoli per la casa Lowe’s ha battuto le attese nel quarto trimestre, ma ha emesso una guidance deludente sull’utile per azione nel trimestre in corso.

Anche Campbell Soup ha centrato le attese degli analisti negli ultimi tre mesi del 2009, una settimana dopo aver ritoccato all’ingiu’ le proprie previsioni di fatturato per il 2010.

Nel pre-mercato si mette in mostra Smith International dopo esser entrata nel mirino di Schlumberger, gruppo che mette sul piatto $11.34 miliardi tutti in azioni e che permettera’ di raddoppiare il proprio fatturato.

Sugli altri mercati, nel comparto energetico in lieve rialzo le quotazioni del greggio. I futures con consegna marzo avanzano di $0.22 attestandosi a quota $80.03 al barile. Sul valutario la moneta unica galleggia a quota $1.36. Il portavoce del commissario Ue agli Affari economici Olli RehnNon ha smentito indiscrezioni secondo cui ci sarebbe un piano per 20-25 miliardi di euro di aiuto per Atene specificando che la Grecia non ha richiesto un solo euro come aiuto finanziario. L’oro perde $0.20 a quota $121.90 l’oncia. Quanto ai Titoli di Stato, il rendimento sul benchmark decennale si attesta al 3.79%.

Alle 14:00 (le 8:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 sale di di 4.20 punti (+0.39%) a 1110.50.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 avanza di 9 punti (+0.49%) a 1828.25.

Il contratto sull’indice Dow Jones guadagna 35 punti (+0.34%) a 10413.00.