FUTURES USA IN RIALZO, DIETROFRONT BORSE UE

8 Febbraio 2010, di Redazione Wall Street Italia

Puntano al rialzo i futures sugli indici della Borsa statunitense. ‘Dopo le vendite delle ultime quattro settimane ci aspettiamo una correzione al rialzo del mercato’, spiegano gli operatori di Borsa.

A Londra il contratto sul Dow Jones sale dello 0,3% a 9.968 punti, anche quello sullo S&P 500 guadagna lo 0,3% a 1.063,2 punti mentre quello sul Nasdaq-100 avanza dello 0,2% a 1.749 punti.

Dopo un buon avvio, invece, le Borse europee arretrano. Pesano i bancari, i titoli che piu’ risentono dei timori per il debito di alcuni paesi dell’area euro. Londra cede lo 0,12%, Milano lo 0,73%, con Unicredit a -2,4% e BP Milano a -2,3%. A Parigi il Cac 40 sale dello 0,04% e a Francoforte il Dax avanza dello 0,2%. Scende del 2,38% Atene e dello 0,89% Madrid, mentre Lisbona cresce dello 0,84%.

Nel weekend dal G7 finanziario tenuto in Canada sono giunte rassicurazioni sia sul proseguimento delle misure a sostegno dell’economia reale, sia da parte dei paesi dell’area euro presenti sulla questione del dissesto dei conti pubblici della Grecia. Verranno risanati, hanno detto i rappresentanti dell’Ue, e senza far ricorso ad aiuti da parte del Fondo monetario internazionale.

Tornando agli Stati Uniti, da segnalare che nel fine settimana il segretario al Tesoro Geithner ha affermato che il rischio di una ricaduta in recessione e’ ai livelli piu’ bassi degli ultimi 12 mesi.

‘L’economia – ha spiegato Timothy Geithner – avanza a un ritmo di crescita vicino al 6%, il tasso piu’ veloce degli ultimi sei anni’. Il segretario al Tesoro ha inoltre ribadito come il governo americano resti convinto della necessita’ di continuare a sostenere l’economia, fino a quando non si avra’ anche una crescita dell’occupazione.