FUTURES USA IN CALO, NON INFLUISCONO DATI

4 Agosto 2009, di Redazione Wall Street Italia

Si profila un avvio di seduta negativo per l’azionario americano, con gli indici borsistici principali che quando manca mezz’ora al suono della campanella scambiano in ribasso (vedi quotazioni a fondo pagina).

Vuoi sapere cosa comprano e vendono gli Insider di Wall Street? Prova ad abbonarti a INSIDER: costa meno di 1 euro al giorno. Clicca sul link INSIDER

Non hanno avuto un effetto particolare i nuovi dati macro pubblicati in mattinata, con le spese al consumo che sono risultate leggeremente superiori alle previsioni degli analisti in giugno, mentre il reddito personale ha deluso le attese. Il calendario macroeconomico di oggi prevede inoltre le vendite di case con contratti in corso, sempre nel mese di giugno.

Nonostante i ribassi odierni, secondo gli analisti la traiettoria del mercato sul breve termine dovrebbe continuare a puntare verso l’alto, con gli investitori che solitamente tendono ad aprofittare dei ritracciamenti momentanei del mercato, ritendonoli una ghiotta opportunita’ per entrare.

Tra le notizie societarie di rilevo, il costruttore di immobili D.R. Horton ha annunciato di aver chiuso il terzo trimestre fiscale con un rosso piu’ contenuto rispetto ad un anno fa, un risultato che ha consentito all’azienda di battere le stime degli analisti. Questo un giorno dopo che le case automobilistiche hanno nel complesso registrato vendite in miglioramento negli Stati Uniti nel mese di luglio.

Nel resto del mondo intanto UBS ha registrato la settima perdita negli ultimi otto trimestri, mentre Toyota Motor ha ridotto la perdita prevista nell’esercizio in corso. BMW ha archiviato il secondo trimestre con utili in calo a 119 milioni di euro ($171 milioni).

Sugli altri mercati, nel comparto energetico in rialzo il greggio. I futures con consegna settembre arretrano di $1.09 a $70.49 al barile. Sul valutario, euro in ribasso nei confronti del dollaro a quota 1.4385. Retrocede anche l’oro a $957.10 l’oncia (-$1.70). Avanzano i Titoli di Stato Usa: il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ sceso al 3.6000% dal 3.6390% di ieri.

Alle 15:00 (le 9:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 e’ in ribasso di 6.70 punti (-0.67%) a 994.00.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 segna -11.00 punti (-0.68%) a 1615.75.

Il contratto sull’indice Dow Jones cede 57 punti (-0.51%) a 9201.00.