FUTURES USA: IL MERCATO SI PRENDE UNA PAUSA

4 Agosto 2009, di Redazione Wall Street Italia

A un’ora e mezzo dall’apertura delle borse i contratti sui principali indici Usa scambiano in calo (vedi quotazioni a fondo pagina) il che lascia prevedere un avvio di seduta negativo per l’azionario.

Vuoi sapere cosa comprano e vendono gli Insider di Wall Street? Prova ad abbonarti a INSIDER: costa meno di 1 euro al giorno. Clicca sul link INSIDER

I mercati sembrano intenzionati a volersi prendere una pausa dopo che ieri avevano superato livelli tecnici importanti e avevano raggiunto i massimi di diversi mesi. Secondo gli analisti alcune attivita’ economiche riusciranno a uscire dalla crisi con piu’ rapidita’ rispetto a quanto si pensasse un mese fa, tuttavia difficilmente la ripresa globale sara’ piu’ forte e decisa del previsto.

Gli ultimi dati macro si sono rivelati migliori delle attese, ma solo relativamente allo scenario apocalittico che si presentava qualche mese fa, pertanto gli economisti rimangono nel complesso scettici. Il calendario macroeconomico di oggi prevede il reddito personale le spese al consumo e le vendite di case con contratti in corso nel mese di giugno.

Nel resto del mondo intanto UBS ha registrato la settima perdita negli ultimi otto trimestri, mentre Toyota Motor ha ridotto la perdita prevista nell’esercizio in corso. BMW ha archiviato il secondo trimestre con utili in calo a 119 milioni di euro ($171 milioni).

Sugli altri mercati, nel comparto energetico in rialzo il greggio. I futures con consegna settembre arretrano di $0.95 a $70.63 al barile. Sul valutario, euro in ribasso nei confronti del dollaro a quota 1.4376. Retrocede anche l’oro a $955.30 l’oncia (-$3.50). Avanzano i Titoli di Stato Usa: il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ sceso al 3.6200% dal 3.6390% della chiusura di ieri.

Alle 14:00 (le 8:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 e’ in ribasso di 7.70 punti (-0.77%) a 993.00.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 segna -12.25 punti (-0.75%) a 1614.50.

Il contratto sull’indice Dow Jones cede 61 punti (-0.66%) a 9187.00.