FUTURES USA ESTENDONO GUADAGNI CON TRIMESTRALI

23 Ottobre 2009, di Redazione Wall Street Italia

Si prospetta una seduta positiva a Wall Street, con i contratti sui principali indici azionari che quando manca mezz’ora all’avvio delle contrattazioni scambiano in rialzo (vedi quotazioni a fondo pagina), nel giorno in cui hanno reso noti i loro conti fiscali giganti del calibro di Microsoft e Honeywell, insieme ad un nutrito gruppo di societa’ componenti l’S&P 500.

Il mercato ha trovato la forza di estendere i guadagni della prima parte di mattinata dopo la pubblicazione delle cifre trimestrali del gigante del software, i cui utili per azione sono risultati superiori alle stime di $0.08, attestandosi a quota $0.40. Le iniziative di riduzione dei costi hanno controbilanciato la prestazione non troppo solida del fatturato. I titoli della produttrice del sistema operativo Windows 7 scambiano in progresso dell’8%.

La manciata di aziende che ha pubblicato le cifre trimestrali ieri a mercati chiusi ha nettamente battuto le stime degli analisti. Tra queste figurano Amazon.com (i cui titoli scambiano in rialzo del 17%) e la societa’ di carte di credito American Express. Ieri il mercato ha archiviato la giornata in progresso per la prima volta in tre sedute, grazie all’apporto fondamentale dei finanziari e dei costruttori di case.

Tra la pioggia di trimestrali annunciate in mattinata, si mette in evidenza il gigante tecnologico attivo anche nel settore manifatturiero Honeywell International, che ha chiuso il terzo trimestre con una contrazione degli utili, i quali sono tuttavia risultati superiori alle previsioni. Hanno battuto le stime anche i conti della societa’ industriale irlandese Ingersoll-Rand Plc.

All’iterno del comparto finanziario renderanno noti i loro conti anche il travagliato gruppo di prestiti immobiliari CIT Group e T. Rowe Price Group. Whirlpool intanto ha riportato un profitto di $1.15 per titolo nel terzo trimestre, che si confronta con i $2.15 dell’anno prima. Le previsioni degli analisti erano in media per un utile di $0.77 per azione. Se puo’ interessarti, in borsa si puo’ guadagnare accedendo alla sezione INSIDER. Se non sei abbonato, fallo subito: costa solo 76 centesimi al giorno, provalo ora!

Sul fronte macro gli occhi sono puntati sull’intervento (in corso) del numero uno della Federal Reserve sulla riforma del sistema di controllo dei mercati e del settore finanziario in particolare. Secondo Ben Bernanke un punto cruciale per il Congresso sara’ quello di offrire ai supervisori incaricati nuovi strumenti, che consentano loro di poter prevedere e gestire eventuali rischi sistemici che si dovessero presentare in futuro. La crisi finanziaria e’ infatti la dimostrazione che non sono solo le banche a presentare un rischio per il sistema, ma anche dalle altre aziende finanziarie, che tradizionalmente non sono invece soggette a controlli. Pertanto anche queste ultime verranno sottoposte agli stress test.

Quindi l’attenzione si spostera’ sui dati sulle vendite di case esistenti, la cui pubblicazione e’ fissata per le 16 italiane. Gli analisti di BNP Paribas si attendono un incremento del 5.9% nel mese di settembre, a quota 5.40 milioni di unita’, dopo il calo del 2.7% registrato in agosto. Piu’ tardi in giornata il vice presidente della Banca Centrale, Donald L. Kohn terrra’ un discorso durante una conferenza.

Sugli altri mercati, nel comparto energetico avanza il greggio. Al momento i futures con consegna dicembre fanno segnare un progresso di $0.14 a quota $81.33 al barile. Sul valutario sostanzialmente invariato il dollaro nei confronti dell’euro, con la moneta unica che scambia a quota $1.5038. Guadagna terreno l’oro: i futures con scadenza dicembre scambiano in rialzo di $7.90 a quota $1066.50 l’oncia. In flessione i prezzi dei Titoli di Stato Usa: il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ salito al 3.4700% dal 3.4210% di ieri.

Alle 15:00 (le 9:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 e’ in rialzo di 3.50 punti (+0.32%) a quota 1094.30.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 segna +13.75 punti (+0.24%) a 1776.25.

Il contratto sull’indice Dow Jones e’ in progresso di 19.00 punti (+0.19%) a 10057.00.

Sullo stesso tema leggere anche gli articoli, analisi e commenti pubblicati da Wall Street Italia nelle ultime settimane:

WALL STREET: ATTENZIONE CHE SIAMO QUASI AL FINALE

WALL STREET: IL RIALZO PIU’ INGANNEVOLE DELLA STORIA

GURU CATASTROFISTI: SI CONSIGLIA SOLO A UN PUBBLICO MATURO

ALERT AZIONARIO: STA NASCENDO UNA BOLLA

FENOMENOLOGIA DEL RALLY DEL BABBEO (A NEW YORK)

BORSA: OBIETTIVI RAGGIUNTI, L’ANALISI TECNICA GETTA LA SPUGNA