Futures Usa dimezzano le perdite dopo lavoro e immobiliare

17 Novembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

New York – All’indomani della nota di Fitch sulle banche americane, che ha alimentato forte pressioni su Wall Street soprattutto nell’ultima ora di contrattazioni, i futures Usa sembrano propendere ancora per un ribasso, seppur moderato (valori a fondo pagina).

Certo, le notizie che arrivano dai mercati europei non sono affatto confortanti e anche gli Stati Uniti guardano preoccupati all’esito assolutamente negativo dell’asta spagnola. La Spagna ha raccolto 3,562 miliardi di euro collocando Bonos a un rendimento del 7,088%, in deciso aumento rispetto al 5,43% della precedente asta e al record dall’introduzione dell’euro. Immediata la reazione dello spread Spagna/Germania che è volato oltre i 500 punti base.

Brutta situazione anche per la Francia, la cui asta ha confermato anche in questo caso il rialzo degli interessi. Inoltre, lo spread Francia/Germania, ha testato un nuovo record. Il differenziale ha superato infatti la soglia dei 200 punti, a 202 punti.

In ogni caso, negli Stati Uniti si attendono importanti indicatori economici tra cui, alle 14.30 ora italiana, le richieste iniziali dei sussidi di disoccupazione e l’avvio di nuovi cantieri.

Sul fronte aziendale, occhio al titolo Applied Materials, che ha ceduto nelle contrattazioni afterhours il 2,5%, dopo che la società produttrice di attrezzature per chip ha reso noto di prevedere utili e vendite inferiori alle attese.

Riguardo ai commodities, i futures sul petrolio, virano in territorio negativo incrementando le perdite e scendendo dell’1,44%, a $101,11 al barile. In calo anche le quotazioni dell’oro, che cedono l’1,61%, a $1.745,70 l’oncia.

Sul fronte del mercato valutario, l’Euro torna positivo sul dollaro (+0,37%), a $1,3505. La moneta unica sale ancora nei confronti del franco svizzero a CHF 1,2391(+0,11%), mentre contro lo yen guadagna lo 0,31% a JPY 103,95.

Alle 14.45 ora italiana (8.45 ora di New York), i futures sull’indice S&P500 sono in calo dello 0,3%, a quota 1.227,30 punti.

Sotto dello 0,13% i futures sul Nasdaq a 2.310,75.

In ribasso dello 0,14% i futures sul Dow Jones a 11.775 punti

Rendimenti dei Tresury a 10 anni si attestano in rialzo di 0,7 punti base al 2,01%.