Futures Usa cauti, Wall Street si prepara a fine anno contrastato

30 Dicembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

New York – Performance cauta per i futures americani, in quella che si conferma l’ultima giornata di contrattazioni del 2011.(vedi performance in fondo pagina). Il bilancio, per Wall Street, non è dei migliori: ma si mette in evidenza in ogni caso la resistenza soprattutto del Dow Jones, che ha messo a segno nel 2011 un rialzo del 6,15%, arroccandosi sopra quota 12.000 punti.

Il Nasdaq ha perso invece in questi ultimi 12 mesi l’1,48%, mentre lo S&P ha azzardato un timido +0,43%. “I volumi sono bassi e i movimenti di oggi non significheranno nulla – commenta Didier Abbato, vice direttore generale e consulente di trading senior presso Saxo Bank, a Copenhagen, intervistato da Bloomberg – Dunque lo S&P 500 terminerà l’anno in territorio positivo.

Nessun dato economico rilevante è in arrivo dal fronte economico.

Protagonista indiscusso anche oggi l’euro, che si mantiene sotto quota $1,30, in calo nei confronti del dollaro a $1,2934 (-0,12%). La moneta unica cede verso il franco svizzero lo 0,19%, a CHF 1,2160 e cala dello 0,39% sullo yen, a JPY 100,08. Nei confronti del dollaro, l’euro viaggia ai minimi dell’anno, mentre si attesta ai valori più bassi degli ultimi 10 anni nei confronti dello yen.

Riguardo alle commodities, infine, i futures sul petrolio sono in rialzo dello 0,34%, a quota $99,99 al barile, mentre le quotazioni dell’oro avanzano del 2,07%, a $1.572,80.

Alle 12.20 ora italiana (le 6.20 ora di New York), i futures sull’indice S&P500 avanza di 1,50 punti (+0,12%), a 1.258,90 punti.

I futures sul Nasdaq salgono di 2,50 punti (+0,11%), a 2.279,75.

I futures sul Dow Jones avanzano di 3 punti (+0,02%), a 12.220.

I rendimenti dei Treasury a 10 anni in calo all’1,897%.