FUTURES USA AVANZANO IN VISTA DEI DATI SULLE CASE

23 Giugno 2009, di Redazione Wall Street Italia

Si preannuncia una seduta positiva per il mercato azionario americano, dopo i pesanti cali della scorsa seduta, con i contratti sui principali indici borsistici che quando manca mezz’ora dal suono della campanella sono orientati in rialzo (vedi quotazioni a fondo pagina).

Vuoi sapere cosa comprano e vendono gli Insider di Wall Street? Prova ad abbonarti a INSIDER: costa meno di 1 euro al giorno. Clicca sul link INSIDER

Ieri le preoccupazioni sui tempi e sulla forza della ripresa economica hanno avuto un impatto negativo sui listini, protagonisti della peggiore prova degli ultimi due mesi.

I futures sull’S&P 500 con consegna a settembre sono scivolati sotto la media di 200 giorni di 896.5 punti e sono diretti l’area di supporto 878-873, che corrisponde ai minimi di maggio. Dopo che il paniere allargato e’ piombato sotto quota 900, sul mercato hanno iniziato a diffondersi i timori di un ritracciamento verso i minimi di maggio di 879.

Oggi alle 16 italiane il calendario macro prevede la lettura delle vendite di case esistenti nel mese di maggio e l’aggiornamento dei prezzi delle case di aprile, dato fornito dalla Federal Housing Finance Agency (FHFA). I trader sperano di ottenere segnali chiari di una stabilizzazione di uno dei settori chiave dell’economia.

Piu’ tardi, nel pomeriggio americano, l’attenzione si spostera’ sull’asta da $60 miliardi di titoli di Stato a due anni. Se la domanda per i titoli del debito governativi dovesse rivelarsi debole, cio’ potrebbe compromettere la propensione al rischio degli investitori. I rendimenti nella parte breve della curva sono in rialzo di 2 punti base a 1.16%, mentre quelli sul benchmark decennale scambiano in progresso di 4 punti base al 3.72%.

Tra i settori bene commodity e banche, tra i titoli piu’ colpiti dalla lettera ieri. Si distinguono in positivo Alcoa e Freeport-McMoRan Copper & Gold, seguendo la scia del rincaro di alluminio e rame. Ispirate nel preborsa anche Citigroup e Bank of America, mentre Motorola balza di oltre il 3% dopo che BofA ha consigliato di acquistare i titoli della societa’ tlc.

I titoli Intel balzano del 2% circa nel preborsa, dopo che, secondo quanto riferito a Bloomberg da fonti vicine alla vicenda, si e’ saputo che l’azienda vendera’ i processori a Nokia Oyj per la creazione di dispositivi telefonici, segnando il maggior passo in avanti della societa’ nel suo processo di espansione nel mercato della produzione di telefonini. Oggi presenteranno i conti fiscali Kroger e Oracle, con il gigante del software aziendale che fara’ l’annuncio a mercati chiusi.

Sugli altri mercati, nel comparto energetico i futures con consegna luglio scambiano in progresso (+$0.63 a $68.13 al barile). Sul valutario, l’euro e’ in rialzo nei confronti del dollaro, attestandosi a quota 1.4012. Recupera terreno l’oro, a $924.00 (+$3.00) l’oncia. In calo i prezzi dei Titoli di Stato Usa: il rendimento sul benchmark decennale e’ salito al 3.7200% dal 3.6930% di lunedi’.

Alle 15:00 (le 9:00 ora di New York) il contratto futures sull’indice S&P 500 e’ in rialzo di 3.70 punti (+0.42%) a 892.30.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 segna +3.25 (+0.23%) a 1431.25.

Il contratto sull’indice Dow Jones guadagna 31 punti (+0.31%) a 8309.00.