Mercati

Futures Usa aumentano i guadagni, si scommette su accordo Obama-Congresso

Questa notizia è stata scritta più di un anno fa old news

New York – Futures sui principali indici della borsa Usa in crescita, (vedi valori a fondo pagina), sulla scia delle speranze degli investitori, che scommettono sul raggiungimento di un compromesso riguardo al fiscal cliff. Il presidente degli Stati Uniti si è mostrato ottimista sulla possibilità di un accordo prima del 31 dicembre.

Nonostante le forti perdite di Wall Street, molti strategist rimangono rialzisti sulla performance dello S&P 500, prevedendo un rialzo fino a +47% a 2.000 punti per il 2014. La scorsa settimana il listino ha perso -1,5% attestandosi a quota 1.359,88 punti, sulla scia delle preoccupazioni riguardo alla questione del precipizio fiscale.

Se il presidente degli Stati Uniti Barack Obama non riuscisse a raggiungere un compromesso con i Repubblicani, il “fiscal cliff”, l’insieme di tagli alle spese e aumenti delle tasse, potrebbe secondo un rapporto stesso dell’ufficio di Budget del Congresso dello scorso 8 novembre, provocare un calo del Pil Usa -0,5%.

Dal fronte economico, attesa per la pubblicazione alle 16 ora italiana del dato relativo alle vendite di case esistenti. Secondo gli analisti di Reuters, le vendite si sono attestate a ottobre a 4,75 milioni di unità.

In ambito valutario, l’euro +0,23% a $1,2769; dollaro/yen -0,20% a JPY 81,10; euro/yen -0,06% a JPY 103,56.

I futures sul petrolio +1,19% a $87,95 al barile, mentre le quotazioni dell’oro fanno +0,52% a $1.723,60 l’oncia.

Alle 15.05 ora italiana (le 9.05 di New York), i futures sull’indice S&P500 +0,9% a 1.371 punti.

I futures sul Nasdaq +1% a 2.556 punti.

I futures sul Dow Jones +0,7% a 12.658 punti.