FUTURES USA ANCORA IN RIALZO, OCCHI SUL PIL

31 Luglio 2009, di Redazione Wall Street Italia

A due ore dall’apertura delle borse i contratti sugli indici Usa trattano sopra la linea di parita’ (vedi quotazioni a fondo pagina) il che lascia prevedere un avvio di seduta positivo per l’azionario.

Vuoi sapere cosa comprano e vendono gli Insider di Wall Street? Prova ad abbonarti a INSIDER: costa meno di 1 euro al giorno. Clicca sul link INSIDER

Dopo essere balzati ai massimi del 2009, con il Nasdaq che ieri e’ riuscito a superare la barriera dei 200 punti durante le contrattazioni per la prima volta dallo scorso ottobre, i listini sembrano essere posizionati ad allungare il rally. Dai minimi di marzo gli indici hanno gia’ recuperato il 40%, spinti dall’idea, piu’ o meno diffusa, che la recessione sia ormai destinata a concludersi presto.

L’attenzione in mattinata sara’ pertanto incentrata sul dato relativo al Prodotto Interno Lordo del secondo trimestre, che dovrebbe mostrare un calo dell‘1.5% dopo la pesante contrazione (-5.5%) dei tre mesi precedenti.

Quanto alla cronaca societaria, nell’after hour di ieri sera, il colosso dell’entertainment Walt Disney ha riportato un utili netto pari a $94 milioni, ovvero 51 centesimi per azione, in ribasso rispetto allo scorso anno, ma comunque migliore delle attese. Oggi il gigante petrolifero Chevron, altro componente del Dow Jones, dovrebbe riportare un utili per azione di 95 centesimi, mentre le stime su AutoNation sono per un EPS di $0.24.

Sugli altri mercati, nel comparto energetico stabile il greggio. I futures con consegna settembre arretrano di $0.08 a $66.86 al barile. Sul valutario, in lieve recupero l’euro nei confronti del dollaro a quota 1.4139. Avanza l’oro a $940.60 l’oncia (+$3.30). Arretrano i Titoli di Stato Usa: il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ salito al 3.70%.

Alle 13:30 (le 7:30 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 e’ in rialzo di 4.10 punti (+0.42%) a 986.30.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 segna +6.25 punti (+0.39%) a 1613.00.

Il contratto sull’indice Dow Jones guadagna 44 punti (+0.48%) a 9134.00.