Futures Usa ancora giù dopo dati e risultati JP Morgan

13 Ottobre 2011, di Redazione Wall Street Italia

(in aggiornamento)

New York – I futures americani continuano a riportare una performance al ribasso (dati a fondo pagina), segnale che l’S&P500 potrebbe interrompere la scia positiva che dura da tre giorni.

Non hanno inciso particolarmente i dati tutto sommato positivi arrivati dal fronte economico, relativi alle richieste iniziali dei sussidi di disoccupazione, e al deficit commerciale degli Stati Uniti.

Si guarda ai titoli bancari, con JPMorgan che ha annunciato i risultati d’esercizio nel terzo trimestre. In calo gli utili, a $4,3 miliardi, comunque migliori delle stime, a $1,2 per azione. I titolo perde al momento circa l’1,5%.

“Il mercato sembra pronto ad assistere alla peggiore performance degli utili bancari dal 2008”, ha detto Ioan Smith, direttore di Knight Capital Europa a Londra. “La domanda è se gli investitori hanno abbassato a sufficienza i numeri per riflettere il calo del settore e la minore crescita economica, oltre all’esposizione verso il debito europeo”.

Sul fronte delle commodities, i futures sul petrolio sono in calo dell’1,39%, a $84,38 al barile, mentre le quotazioni dell’oro sono in flessione dello 0,85%, a 1.668,30 l’oncia.

Sul fronte valutario l’euro perde terreno contro il biglietto verde a $1,3733 (-0,32%). Euro sullo yen giapponese a ¥105,55 (-0,99%). Praticamente stabile contro il franco svizzero a CHF 1,2348 (+0,08%).

Alle 14.54 ora italiana (8.54 di New York) i futures sullo S&P500 cedono 4,90 punti (-0,41%), a quota 1.193,30 punti.

I futures sul Nasdaq arretrano di 1 punto (-0,04%) a 2.295,25 punti.

Giù di 33 punti (-0,29%) i futures sul Dow, a 11.383 punti.

Rendimenti dei Treasury a 10 anni sono in flessione al 2,18%.